Progetto

La società demografica della regione si sta evolvendo e invecchiando. Questa situazione ha aumentato la domanda di assistenza sanitaria e ha ridotto il periodo di assistenza sanitaria negli ospedali. Nonostante un impiego della "gestione dei casi", il costo per le persone anziane e per il sistema rimane elevato a causa di diversi sistemi di amministrazione, di finanziamento ed organizzazione a livello politico e geografico e di insufficiente comunicazione e cooperazione tra istituzioni, settori e operatori sanitari, con un aumento delle spese (valutabile attorno al 5%) difficilmente sostenibile dalla pubblica amministrazione e dal sistema pubblico sanitario.

Secondo diverse definizioni, la cura delle persone anziane può essere vista su un "approccio di azione basato sul sistema" (definito come "gestione dell'assistenza"), in cui l'attenzione è rivolta alla creazione di un pacchetto di assistenza sanitaria e di un approccio basato sul sistema, con processi di cura istituzionalizzati e una rete di servizi ben sviluppata, o su un "approccio caso-caso" (definito come "case management"), in cui la situazione personale e la specifica malattia del paziente adattano il pacchetto di assistenza sanitaria, che viene creato in un modo "personale e personalizzato". Ci sono carenze in entrambe le gestioni dei pazienti, poichè la prospettiva e la competenza sovraordinate della "gestione dell'assistenza" presentano mancanze dal punto di vista umano e del paziente che è, al contrario, presente nella "gestione dei casi".

Il progetto CaRe intende coprire e identificare possibili soluzioni nella gestione "case & care": la creazione di punti di contatto regionali come centri di consulenza per il sistema e la gestione dei casi per gli anziani bisognosi di assistenza consentirebbe ai partner di identificare e creare linee guida e raccomandazioni transnazionali a favore delle pubbliche istituzioni per l'istituzione del sistema di gestione nelle rispettive regioni, nonché per definire alcune competenze chiave necessarie a livello universitario per la formazione delle future generazioni di infermieri.

In particolare, il progetto intende sviluppare 3 attività principali:

  • Modellistica e pilotaggio: un'analisi dello status quo sul sistema di gestione e di welfare degli anziani nelle 3 regioni e l'acquisizione di dati di carattere socio-demografico e di assistenza consentirà lo sviluppo di un modello di best practice, che verrà poi sviluppato e implementato nelle 3 regioni con un'azione pilota di 12 mesi, al fine di comprendere punti di forza, debolezze e possibili implementazioni.
  • Valutazione e sostenibilità: sulla base della valutazione dei risultati dell'azione pilota verrà elaborata una relazione al fine di definire alcune linee guida chiave per la possibile applicazione e il trasferimento del modello in altre regioni e per la definizione di aspetti chiave da inserire nei curricula universitari.
  • Disseminazione: una campagna di sensibilizzazione in ciascuna regione sosterrà i partner del progetto nella diffusione dei risultati e nell'informare i gruppi target sul progetto e le sue attività.


Durata di progetto: gennaio 2018 – giugno 2020